Rimini

Una passeggiata per il centro di Rimini, per scoprirne la storia, può avere inizio partendo da un punto in cui le tradizioni si sono più a lungo tramandate, e dove personaggi ancora vivi nei cuori riminesi hanno avuto i natali: il "Borgo di San Giuliano", il quartiere dei pescatori, con le sue tipiche abitazioni e le sue stradine, che ci danno un'idea di che cosa fosse Rimini prima di diventare la capitale del turismo.
Da qui prendete via Marecchia, lungo il fiume, e d'un tratto vi troverete di fronte allo spettacolo del Ponte di Tiberio. Attraversato il ponte inizia il corso d'Augusto, che vi porterà all'altro simbolo di Rimini: l'Arco d'Augusto. Percorrendo il corso, incontrerete sulla sinistra la Chiesa di S.Maria della Misericordia e poco più in là, ma sulla destra, la Chiesa dei Servi. A metà del corso d'Augusto si apre piazza Cavour con il Palazzo dell'Arengo, il Palazzo del Podestà, la Vecchia Pescheria ed il Teatro Galli.
Alle spalle del teatro troverete Piazza Malatesta dove maestoso e ristrutturato sorge Castel Sismondo; nella medesima piazza ogni mercoledì e sabato si svolge il mercato con centinaia di bancarelle.
Tornando in Piazza Cavour imboccate via Sigismondo per visitare la Chiesa di Sant'Agostino ed ammirare gli affreschi della scuola riminese del '300. Ritornate sui vostri passi fino a riprendere il corso d'Augusto per raggiungere Piazza Tre Martiri, che in epoca romana era il punto dove si incrociavano il decumano ed il cardo. Da piazza Tre Martiri, prendendo via IV Novembre, si arriva in pochi passi al Tempio Malatestiano, il Duomo di Rimini, capolavoro dell'architettura rinascimentale ed in particolare di Leon Battista Alberti, Piero della Francesca, Agostino di Duccio, Matteo dè Pasti, Roberto Valturio, Basinio di Parma e numerosi altri. Ritornate sul corso per arrivare all'Arco di Augusto, il più antico degli archi romani ancora esistenti, che segna l'inizio della via Flaminia.
Per ulteriori informazioni visita www.riminiturismo.it

Get player